Oppen George (17.3.18)

George Oppen, poeta comunista statunitense, esule volontario in Messico, autore di poesia scarna e onesta, che vuole mostrare e non dimostrare la realtà - e noi stessi, oggetti attivi del mondo, in una metafisica etica e "oggettivamente" visionaria come i rossi di Hopper o i film post apocalittici: la distruzione ci fa comprendere quali siano gli elementi della realtà che resistono, nella nostra epoca scissa tra individualismi ipertrofici e collettività. Oppen, come Cajkovskij: uomini che trasformano il proprio dramma in un dono a disposizione di tutti

ascolta

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca nel sito

Eventi