Ricordo di Giovanna Bemporad (9.1.13)

È morta a Roma a 85 anni Giovanna Bemporad, poetessa e traduttrice, amica di Pier Paolo Pasolini, Camillo Sbarbaro (col quale intrattenne un lungo scambio epistolare testimoniato dal carteggio 1952-1964 edito nel 2004 dalle Edizioni Archivi del ‘900) e Giuseppe Ungaretti, che nel 1957 le fece da testimone alle nozze con Giulio Orlando, senatore e ministro tra il 1968 e il 1992.

Era nata a Ferrara nel 1928 e aveva esordito a soli 15 anni con la traduzione in endecasillabi dell'Eneide, compiuta in 26 notti. Ma è l'Odissea il poema al quale ha dedicato tutta la sua vita e con il quale ha vinto nel 1993 il premio alla traduzione in forma poetica del ministero per i Beni culturali.

Il suo amore per la poesia è stato totale. Ha alternato traduzioni di autori classici e moderni, dai poemi indiani a Saffo, fino a Baudelaire, Verlaine, Rimbaud, Mallarmé, Valery, Rilke, Holderlin. L’ultima sua traduzione è dall’ebraico, Il Cantico dei cantici (Morcelliana, 2006). Parallelamente all’attività di traduzione si è dedicata negli anni alla propria poesia con l’opera da sempre in fieri degli Esercizi (ultima delle numerose ristampe risale al 2011 a cura di Luca Sossella editore).

La sua Odissea è stata portata in scena da Renato Greco nel 2004 nello spettacolo di danza Odisseus al Teatro Greco di Roma.

Per Rai  Letteratura il ritratto del poeta Maria Grazia Calandrone.

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Cerca nel sito



"Poesia"  "Nuovi Argomenti"  Nazione Indiana  le parole e le cose  Iris di Kolibris Lpels

la Recherche  Atelier Poetarum Silva  vibrisse  Dedalus  PennSound  Panorama Cultural

la27ora del CorSera

Rai Letteratura

Radio3Rai