alfabeta 2 n.32 (9-10.13)

da Rosa dell’animale

io estraevo da un suolo di calce
il passo bianco di un animale estinto
non lasciavo residui, ero bianchissima
e nucleare, tutto il mondo faceva
un silenzio iniziale

ti sei abbattuto come una centuria sui miei passi
come una legione di galli rossi: al bianco
hai aggiunto il canto. dov’era il bianco
è intervenuto il canto, fino a dove la schiuma della terra
piegava

oltre questo segnale di confine niente
stava in piedi. dio, donna, uomo e bestia ciecamente
erano solo canto

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca nel sito