le galassie gemelle (14.11.15)

ascolta

la mia droga si chiama Beatrice (anche perché mi spiega le macchie lunari come espressioni della gioia) e mi spinge a varcare le colonne d'Ercole della così detta realtà, verso i movimentati notturni di Van Gogh. e Oltre.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca nel sito