Layla: Buzzati, Attar (11.12.15)

ascolta

dal dono deperibile di Buzzati, dall’inutile esercizio militare del deserto dei Tartari all’amore inconsumabile e folle di Majnun vestito di pelli di animale per l’amata Layla che non lo vede alle lettere alla madre di Rilke alla libertà di Giulia di essere un bambino

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca nel sito