RAI Radio3: "QUI COMINCIA..." 9.2010 / 11.2015 / 2-11.2017

libertà! (5.11.17)

la paura che abbiamo della libertà, nell’invettiva di Gadda contro il popolo italiano imbambolato da Mussolini – e nella poesia di Nelson Mandela: "siamo fatti per risplendere come bambini". il ripensamento di Adorno: la poesia dopo Auschwitz non è barbarie, ma un diritto. Kavanagh, irriso per la propria innocenza, comprende che l’amore è una porta d’accesso sul mondo. infine Musil e la rivoluzione della bellezza: la poesia ci aiuta a capire dove sono le trappole che ci impediscono di essere liberi

ascolta

poesia e natura (4.11.17)

poesia e natura, da Virgilio a Montale. la volontà di vivere della natura ci commuove. Campana e Ungaretti, diversamente immersi nella pampa e nell’acqua de I fiumi, mentre Pascoli e Dickinson osservano il mondo pensando, le spighe come parole tra i denti del mietitore. infine Goethe, il suo augurio festoso di gioia a chi tanto lo ama. non pensare, guarda!

ascolta

comizi d'amore (29.10.17)

come conciliare il nostro mondo interiore, il nostro desiderio di libertà e dolcezza, con la convenzionalità del "reale"? tre poeti (Pasolini, Szymborska e Rilke) e un regista (Sokurov) rispondono

ascolta

Iosif Brodskij (28.10.17)

Iosif Brodskij: un poeta non ha niente da chiedere a chi lo accusa di essere un parassita – mentre lui, attraverso l’odore delle alghe, ci porta dentro l’odore dell’origine della vita, delle cose che certamente esistono senza che il poeta le canti – ma l’estetica è la madre dell’etica, dunque conviene essere vigili, affinché la bellezza non ci abbandoni

ascolta

poeti che abbracciano il mondo (22.10.17)

l’orgoglioso lamento d’amore di Garcia Lorca, il narcisismo benigno dei poeti che abbracciano il mondo spiegato da Edoardo Albinati. Franco Loi, Come mi piace il mondo! Seferis: la poesia è un atto di fiducia. Callimaco che esorta a trasportare solo sentimenti originari, come le api: i poeti rendono il mondo meno solo

ascolta

Cerca nel sito