Categoria

Szymborska: un disincantato stupore (4.2.17)


Szymborska e la regola dello stupore, il canto delle cose precarie, la sua ironia affettiva e la prova d’amore alla quale ci chiamano i migranti
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.mariagraziacalandrone.it © 2021 - tutti i diritti riservati - Realizzazione sito web: Bepperac Web di Racanicchi Giuseppe